Informazioni generali Castello di Faetano

 

 

 

 
Il Castello di Faetano
Arroccato su un massiccio sperone di gessite, a picco sul torrente Marano, il Castello di Faetano ha conosciuto nella sua storia molti invasori prima di diventare territorio sammarinese; l’originario insediamento può essere fatto risalire al periodo romano, quando aveva probabilmente il nome di “castrum faitani” o “Fegetani”, derivato dal termine “faggio”: da ciò si presume che nella zona circostante proliferasse questa specie di alberi, anche se oggigiorno è quasi completamente sparita. Rimane però il faggio nello stemma del castello che nel 1463, in occasione della guerra fra i Malatesta e Pio II si consegnò spontaneamente alle truppe sammarinesi alleate della chiesa.
Faetano è uno dei castelli a più bassa densità urbanistica con i circa 1100 abitanti, distribuiti su un territorio di poco più di 7 kmq. Questo per la particolare conformazione del territorio che presenta numerose zone calanchive, scavate dai numerosi rigagnoli che solcano le sue campagne.
Profilo economico
L’economia di Faetano era in passato basata sull’agricoltura, in particolare sulla coltivazione di cereali e foraggio, sull’estrazione di gessite e sulle fornaci di laterizi. Nell’ultimo decennio si è notevolmente sviluppato, in località Ca’ Chiavello, un fiorente centro industriale che occupa oggi la maggior parte della popolazione: produzione di ceramiche ma anche aziende chimiche, di abbigliamento, detersivi e materie plastiche. Più in ritardo il commercio mentre va segnalata la sede centrale di un importante istituto di credito della Repubblica.
Servizi
Sulla piazza centrale si affacciano la chiesa dedicata a San Paolo Apostolo, consacrata nel 1917, la Casa del Castello, chiamata popolarmente “Casone”, sede della Giunta, oltre che della biblioteca e di un circolo ricreativo per i giovani. In un edificio adiacente alla Casa la scuola dell’infanzia, mentre ai margini dell’abitato si erge imponente la struttura delle scuole elementari, realizzata durante il regime fascista secondo lo stile di quel tempo ed elevata poi negli anni cinquanta di altri due piani. Non mancano a Faetano neppure gli impianti sportivi. Un bocciodromo coperto e un campo da calcio, che ospita soprattutto campionati giovanili. Per svago ed attività ricreative è stato ultimato anche il nuovo Parco del Marano, un’area verde che accompagna il corso del fiume in territorio sammarinese, importante luogo di ritrovo e spesso utilizzato per feste paesane. Lungo la strada del Marano anche un lago artificiale per la pesca sportiva, meta durante tutto l’anno di tanti appassionati.
 
 

Portale Ufficiale della Repubblica di San Marino

Powered by Ariadne / CMS