Questo sito verrà spento nelle prossime settimane e non è più sottoposto ad aggiornamento. Potete trovare tutte le informazioni istituzionali sul nuovo portale www.gov.sm che è già attivo

Registro aeronautico e aeroporto per lo sviluppo economico sammarinese

 

Sono più di 60 gli aerei attualmente iscritti nel Registro aeronautico sammarinese, circa 15 quelli in attesa di espletare le pratiche. Nel 2013 il Registro con le proprie entrate ha coperto il contributo dello Stato (130mila euro), rendendo di fatto l'Autorità per l'aviazione civile finanziariamente autonoma. Senza contare il gettito monofase entrato nelle casse dello Stato. Questi, in sintesi, i dati del settore aeronautico sammarinese, settore in crescita esponenziale in tutto il mondo.
Dopo l'incontro con la maggioranza della scorsa settimana, nel pomeriggio di lunedì il Segretario di Stato per i Trasporti Marco Arzilli ha incontrato i rappresentanti dei partiti d'opposizione per presentare la Legge di riforma in materia di aviazione civile, la cui prima lettura è all'ordine del giorno del Consiglio Grande e Generale che si è aperto oggi. Presente all'incontro anche Marco Conti, direttore dell'Autorità per l'aviazione civile e la navigazione marittima, che ha fatto un breve cenno storico del settore dell'aviazione a San Marino e ha illustrato i concetti alla base della legge. Dal 2001 San Marino fa parte dell'ICAO (Organizzazione internazionale aviazione civile) e dallo stesso anno è presente il registro, il cui lavoro ha avuto una svolta dal 2012, dopo l'accordo con Aviation Registry Group, società internazionale di gestione di registri aeronautici. Società che, oltre ad aver portato la propria esperienza e le proprie competenze nel settore, ha anche fatto conoscere il Registro sammarinese nel mondo, attraverso la partecipazione a fiere ed eventi internazionali sul tema dell'aviazione.
“La snellezza, la poca burocrazia e la rapidità nel dare risposte sono le caratteristiche che rendono competitivo un registro – ha spiegato il Segretario Arzilli – e con la Riforma vogliamo raggiungere questi obiettivi”. La necessità, ha aggiunto Conti, è quella di dotarsi di uno strumento legislativo che riunisca tutte le leggi e i decreti emessi nel corso del tempo su questo argomento, una legge che sia anche di facile consultazione e comprensione da parte degli utenti stranieri, dato il sempre maggiore interesse che si riscontra a livello internazionale.
Il testo di riforma, oltre a mettere in ordine le normative già esistenti, introduce anche dei concetti nuovi, come l'esenzione della monofase per i velivoli commerciali (trasporto passeggeri-merci), equiparando di fatto il sistema sammarinese alle normative europee, o l'ampliamento della disciplina della registrazione dei diritti reali di garanzia sugli aeromobili, con particolare riferimento all'ipoteca (per ulteriori approfondimenti a questo link trovate il progetto di legge e la relazione: http://www.consigliograndeegenerale.sm/on-line/home/lavori-consiliari/dettagli-delle-convocazioni/scheda17135941.html). Un progetto di legge, quindi, che mette il Registro aeronautico sammarinese in linea con le più avanzate normative a livello internazionale e che lorende, quindi, ancora più attrattivo nei confronti dell'utenza internazionale che possono registrare non solo aerei privati, ma anche velivoli per il trasporto di passeggeri o di merci.
Quello dell'aviazione è un settore in fortissima espansione, sul quale la Repubblica di San Marino vuole assolutamente puntare, prova ne è il progetto che si sta perfezionando sulle aree dell'aeroporto di Rimini affidate al Titano. Si è svolta venerdì scorso una riunione di maggioranza nel corso della quale il Segretario Arzilli ha illustrato lo stato d'avanzamento dei lavori e ha espresso la volontà di avvalersi di un bando a livello internazionale per accogliere manifestazioni d'interesse al fine di selezionare il gruppo che gestirà le attività di aviazione per conto della Repubblica di San Marino.
Registro per l'aviazione civile e aeroporto, due tasselli strategici per un settore, quello dell'aviazione appunto, in cui San Marino già desta molto interesse e che opportunamente sviluppato diventerà una risorsa importante per l'economia sammarinese.

San Marino, 26 marzo 2014
 

Portale Ufficiale della Repubblica di San Marino

Powered by Ariadne / CMS